NEWS

“Vota la copertina novarese più bella”:
Mestieri e giochi d'un tempo di Tencaioli vincitore alla mostra-concorso in piazza Martiri
 

I mestieri e i giochi di un tempo di Giuseppe Tencaioli è la copertina vincitrice del concorso “Vota la copertina novarese più bella” realizzato durante la mostra di copertine di libri novaresi tenutasi in piazza Martiri a Novara dal 10 ottobre al 2 novembre 2009, in occasione del tradizionale tendone librario.

L’iniziativa proponeva una scelta dei titoli novaresi di Interlinea tra cui votare la copertina preferita. In mostra sono stati selezionati gli ingrandimenti di alcuni dei libri più venduti dalla casa editrice negli ultimi quindici anni: dalla prima edizione di Una Topolino amaranto di Dante Graziosi all’antologia Scrittori e città; da In risaia della Marchesa Colombi a Poeti all’ombra della cupola di Romolo Barisonzo, dal capolavoro di Benito Mazzi Nel sole zingaro a il recente Taglio del riso di Maria Adele Garavaglia, senza dimenticare Mestieri e giochi d’un tempo di Tencaioli e il giallo ambientato a Novara La regola di Tremeaux di Renzo Crivelli; ma non mancano le opere di Barbè e Terzera e i volumi storici di Franco Guerra, Storia illustrata della battaglia di Novara, il saggio di Paolo Cirri sul 23 marzo 1849 e di Mauro Begozzi con le lettere dei condannati a morte novaresi pubblicate col titolo Non preoccuparti che muoio innocente; la letteratura per ragazzi era rappresentata da Bimbambel premio Andersen di Anna Lavatelli e I viaggi di Giac della grande autrice per l’infanzia Elve Fortis de Hieronynis; e tra i maggiori successi c’erano naturalmente Il mio Piemonte di Sebastiano Vassalli e Vergine Madre di Lucilla Giagnoni, senza dimenticare gli Esercizi di stile realizzati dai ragazzi dell’Anffas.

A seguito dello spoglio delle schede, oltre cinquecento, la copertina vincitrice è quella di I mestieri e i giochi di un tempo di Giuseppe Tencaioli: il libro offre istantanee da un mondo perduto, quando per le strade della città s’incontravano il carro dello sciüstré (carbonaio) o il carretto dell’anciuàt (venditore di acciughe) e i ragazzi nei prati si sfidavano alla lipa; inoltre è arricchito da un’appendice di filastrocche dialettali.

Tra le copertine più votate ricordiamo Il taglio del riso di Maria Adele Garavaglia, Giornalista per caso. Memorie di un vecchio cronista di Piero Barbè e Vergine Madre. Voce di donna nella commedia di Dante di Lucilla Giagnoni. Schede sui rispettivi libri sul sito www.interlinea.com.