7. BASILICA DI SAN GAUDENZIO

 
La costruzione della basilica avvenne tra il 1577 e il 1656 su disegno di Pellegrino Tibaldi. Il campanile, progettato da Benedetto Alfieri, fu eretto fra il 1753 e il 1786. La cupola, che è il simbolo di Novara e che raggiunge i 121 metri di altezza, fu aggiunta tra il 1844 e il 1888 da Alessandro Antonelli. Nella basilica lo Scurolo custodisce l’urna con i resti di san Gaudenzio, primo vescovo della città. Le cappelle ospitano importanti opere pittoriche di Gaudenzio Ferrari (1475-1546), di Tanzio da Varallo, del Moncalvo, del Morazzone, del Fiammenghino (XVI-XVII secolo). 
 


 
PIAZZA DELLE   ERBE (COLL. GUERRA)

 

«Quella che a noi teneva luogo di carnovale, era l’ottava di San Gaudenzio. Dal ventidue di gennaio, che era appunto la gran festa di San Gaudenzio, primo vescovo di Novara, per otto giorni di seguito c’era la benedizione colla musica, per la quale venivano persino dei professori dell’orchestra della Scala, di Milano. 
Noi avevamo un banco in prima fila, a sinistra dell’altar maggiore. Davanti a noi c’era un largo spazio vuoto, dove si fermavano gli uomini in piedi, per vedere i musicanti sull’organo che era a destra dell’altare. 
Tutti gli anni andavamo assiduamente all’ottava, qualunque tempo facesse.
Della solennità non c’importava nulla, della musica poco, del Santo men che meno. 

Ma si vedeva un po’ di gente, qualche giovinotto ci guardava; e nella monotonia della nostra esistenza era qualche cosa. [...] 
Fin dalla prima sera, dopo pochi minuti che ero in chiesa, udii uno strisciar di passi, alzai gli occhi con un gran batticuore, e vidi sfilare pian piano i “Moschettieri”, Portos davanti, e gli altri di dietro. Lui andò ad appoggiarsi al muro sotto il pulpito, in faccia a me, a due passi, e gli altri si schierarono in fila. 
Mi fissò gli occhi negli occhi, e finché durò la funzione, stette a guardarmi, insistente, instancabile. Gli altri mi guardavano tutti, come se fossero tutti innamorati di me» (Un matrimonio in provincia, pp. 69-70). 


 
 
Home page

 
Vai alla cartina