VOLONTARIATO CULTURALE A NOVARA

 La Biblioteca Negroni lancia un progetto

per diventare la “piazza del sapere” di Novara

 

Per avviare la nuova Sezione Novarese giovedì 2 il primo incontro con l’esperta Antonella Agnoli. Sabato 4 mattinata con scambi e libri in omaggio. Anche un progetto per le scuole. Un’iniziativa di volontariato con il sostegno della Fondazione della Comunità del Novarese

 

Con lo slogan “La biblioteca è anche tua!” il Comune lancia una serie di incontri per una nuova Sezione Novarese della Biblioteca Civica Negroni, grazie al coinvolgimento di un gruppo di volontari e la collaborazione del Centro Novarese di Studi Letterati.

Nella sede della biblioteca di corso Cavallotti 6 il primo evento è giovedì 2 ottobre alle ore 18 con il titolo Ritroviamoci in una nuova piazza: la biblioteca” e uno dei maggiori esperti italiani in fatto di biblioteche, Antonella Agnoli, autrice del libro Le piazze del sapere. Biblioteche e libertà (edito da Laterza). Agnoli dialogherà con Roberto Cicala con un’introduzione dell’assessore alla cultura Paola Turchelli e del direttore della Fondazione della Comunità del Novarese Onlus che sostiene il progetto della nuova sezione Novarese con un contributo.

Nel suo libro Antonella Agnoli propone di ripensare gli spazi urbani, sottrarli alla commercializzazione, farne luoghi di incontro, di scambio, di azione collettiva: infatti la biblioteca pubblica, a lungo ignorata dalla politica e oggi minacciata da internet nel suo ruolo informativo, può diventare un territorio aperto a gruppi e associazioni, un centro di riflessione e di condivisione dei saperi, il nodo centrale di una rete con altre istituzioni culturali. In un Paese sempre più ignorante, che rischia di restare ai margini dell’economia della conoscenza, la biblioteca pubblica, come la Biblioteca Civica Negroni di Novara, deve diventare parte di un progetto di rinascita dell’Italia, un luogo di libertà e di creatività per ogni cittadino.

Per raccogliere fondi sabato 4 ottobre dalle ore 11 alle 13 si terrà un Bookcrossing a cura dei volontari della biblioteca con due ore di happening con scambio e offerta gratuita di libri per tutti, con letture e musica. L'invito è a portare e prendere libri a piacere.

In programma anche un incontro particolarmente dedicato a docenti e dirigenti scolastici: infatti giovedì 9 ottobre alle ore 18 il professor Giovanni Tesio, docente ordinario dell’Università del Piemonte Orientale, autore di libri sulla cultura libraria come I più amati e Parole essenziali, parlerà sul tema I luoghi delle parole. Il territorio come valore aggiunto dell’insegnamento e della cultura”. Nell’occasione Silvia Benatti, vicepresidente del Centro Novarese di Studi Letterari, e Mauro Ferrara, funzionario della Biblioteca Negroni, presenteranno i percorsi di approfondimento proposti alle scuole dalla Sezione Novarese della Biblioteca a supporto della programmazione utilizzando le risorse librarie custodite e messe a disposizione in questa Sezione della Biblioteca dove ha sede anche il Fondo del Centro Novarese di Studi Letterari. In particolare quest’anno si propongono ricerche di tema sportivo, letterario, artistico, storico, geografico e scientifico (su: la Shoah nel Novarese; le cascine; lo sport e gli sportivi a Novara; la pianura della Bassa tra letteratura e ambiente con attenzione ai testi di Dante Graziosi), con un corso per tesine di fine anno.

La Sezione Novarese è aperta al pubblico il martedì e giovedì dalle 16 alle 18 con possibilità di appuntamento. È dislocata su due piani di palazzo Vochieri e contiene la documentazione bibliografica di interesse locale. Al piano inferiore sono esposti i volumi e gli opuscoli di più recente acquisizione, collocati a scaffale aperto e ordinati secondo gli indici della classificazione decimale Dewey: gli utenti hanno dunque accesso diretto alle opere che intendono visionare, facilitati dal fatto che esse sono raggruppate per materie analoghe. Dopo la consultazione, la ricollocazione sullo scaffale sarà a cura dell'operatore. Tutte i documenti qui conservati sono stati catalogati (quelli acquisiti dopo il 1990) e ricatalogati (quelli acquisiti anteriormente al 1990) tramite sistema informatico, per cui le schede ad essi relative sono anche reperibili in Internet, dagli indici piemontese o nazionale di SBN. Al piano superiore, invece, sono consultabili i volumi del vecchio fondo novarese della Biblioteca Civica. Essi sono disposti secondo il formato e, pertanto, non ordinati secondo gli argomenti. La ricerca deve quindi avvenire tramite il catalogo, precisamente il vecchio catalogo novarese (per autori e soggetti) che si trova presso la sala lettura al secondo piano di palazzo Negroni. I servizi offerti sono: la consultazione in sede di tutto il patrimonio bibliografico; la possibilità di effettuare fotocopie del materiale documentario non di pregio; la possibilità di riprodurre in microfilm il materiale raro e di pregio; la possibilità di integrare le notizie in ambito locale anche attraverso fonti bibliografiche diverse, come il patrimonio della sezione generale o della sezione periodici; la consultazione di un catalogo per autori ed uno per soggetti relativi solamente alla Sezione Novarese.

 

 

Progetto a cura del Centro Novarese di Studi Letterari

Info Biblioteca Civica Negroni: 0321 3702800

biblioteca.negroni@comune.novara.it

 


Home page